Sunday, November 25, 2007

Fotoritocco in astrofotografia basic step 1 (sfocatura migliore)


PHOTOSHOP menù filtro/sfocatura/sfocatura migliore

Sovente in astrofotografia dopo aver apportato all'immagine
contrasti ed elaborazioni energetiche occorre eliminare
la granulosità residua all'immagine rendendola piacevole
e morbida.
Questo potente comando di Photoshop oltre ad essere utile
per l'astroimaging risulta indispensabile qualora volessimo ottenere
la massima morbidezza anche nelle foto diurne in particolar modo
laddove alcune zone risultano sottoesposte e quindi con un evidente
effetto sgranato. L'effetto dosato a dovere non fa perdere risoluzione!
Per accedere al comando sfocatura migliore occorre convertire l'immagine
da 16 bit a 8 bit (menù immagine/metodo)!

(ps un ringraziamento sentito a Davide per avermi invitato nel blog e per avermi dato la possibilità di offrire le mie conoscenze di fotoritocco ed elaborazione delle immagini).

Per ogni dubbio da parte degli utenti il post reply a catena sarà il miglior servizio per questo bellissimo blog.
Cordialità
Michele Bortolotti (Circolo Astrofili Veronesi)

5 comments:

Davide said...

Michele, grazie per il tuo intervento..al primo colpo hai fatto l'intervento più tecnico ed interessante che questo blog abbia mai visto :-)))) ...A presto! E quando ti capita di passare di qui, lascia sempre una traccia come questa tua prima!
Davide

FLY BY NIGHT said...

Grazie a te Davide!
E complimenti anche a Monica...
Siete proprio una bella coppia!
Tante belle cose, Michele ;-)

Lorenzo said...

Ciao, sono Lorenzo.
Complimenti per il blog che seguo già da tempo e per l'argomento scelto qui che è interessantissimo. Faccio qualche foto con un Vixen 102 e sto imparando a usare Photoshop. Quando apro il filtro sfocatura migliore ci sono delle regolazioni(esposizione, etc.) li devo regolare o li devo lasciare come sono?
Grazie
Ciao

Anonymous said...

Per Lorenzo:
Osserva l'immagine della testa di cavallo che ho postato è un aiuto!
Il raggio imostalo da 0,6 a 1,5 max!
La soglia variala osservando il bordi delle stelle di media luminosità che non devono apparire deformate!
Qualità: alta
Metodo: normale
Nelle mie riprese più riuscite
utilizzo Raggio 0,6
e soglia 10/15
preferisco stare leggero!
Ciao Michele

g.arcadi@ciaoweb.it said...

Bello, non sapevo di quesgto comando. Proverò anch'io su qualche foto in questi giorni di pioggia.
Complimenti per il sito e per queste "lezioni"

Gianni